NEWS

Canapa, la pianta che protegge

CARMAGNOLA (TO), 15 maggio 2013La redazione di Econote, rivista online dedicata agli appassionati di ecologia, ambiente, consumo critico, ecosostenibilità e non solo, semplici curiosi della materia o persone impegnate concretamente in un miglioramento del nostro mondo e della nostra società, presenta un nuovo approfondimento dal titolo “Speciale Canapa - la canapicoltura per uno sviluppo sostenibile”.

Dal sito www.econote.it. Nelle prossime settimane, in collaborazione con Assocanapa, Coordinamento Nazionale per la Canapicoltura, si parlerà di  “Cannabis sativa”, una pianta sostenibile dal punto di vista ambientale perché è una risorsa rinnovabile, coltivabile laddove si sono abbandonati terreni, dal punto di punto di vista economico e sociale perché è una coltivazione redditizia che offre un’opportunità di sviluppo per il territorio.

"Sulle volte affrescate dei portici di viale dell’Indipendenza a Bologna c’è una scritta: Panis vita, vinum laetizia, canabis protectio”, racconta Cesare Quaglia, membro del Direttivo di Assocanapa. "Se il pane dà nutrimento e il vino la gioia, la canapa dà protezione. Una protezione esogena ed endogena". 

La canapa, infatti, protegge l’esterno grazie al suo impiego nel tessile e come isolante nell’edilizia e protegge dall’interno: semi, olio e farina sono considerati un “vaccino nutrizionale” grazie ai suoi principi. Lo stesso Ministero della Salute ne ha riconosciuto il contributo eccezionale per la salute dell’organismo umano (circolare del 22 maggio 2009). 

Per gli approfondimenti, Econote.it - La Canapa, la pianta che protegge.

 

www.assocanapa.org :: assocanapa@gmail.com :: via Morello 2/A - 10022 CARMAGNOLA (TO)