NEWS

Canapa da fibra: il Testo Unico Stupefacenti non si applica!
Vinta una battaglia importante

CARMAGNOLA (TO), 03 settembre 2014 - Dopo quindici anni dalla ufficiale reintroduzione della canapa da fibra in Italia, gli agricoltori hanno finalmente ottenuto il riconoscimento che il DPR 309 sugli stupefacenti non si applica alle coltivazioni di canapa ad uso industriale.

L’affermazione è stata introdotta proprio nel DPR 309 con la legge n.79 del 16 maggio scorso, in sede di conversione del decreto legge che ha “aggiustato” il Testo Unico dopo l’annullamento della legge Giovanardi Fini.

Commenta il presidente di Assocanapa Felice Giraudo: “E’ questo il primo frutto importante di un’azione condotta senza rumore per anni dalla nostra associazione che non solo ha sempre fornito assistenza tecnica e legale agli agricoltori ma ha costantemente evidenziato ai ministeri più interessati a al parlamento che questa affermazione era indispensabile”.

Margherita Baravalle, esperta legale di Assocanapa aggiunge: “Per anni e del tutto “in solitaria” abbiamo perseguito con tenacia questa affermazione e non soltanto per una questione di principio importante, prima di tutto perché non possa più capitare quello che è successo anche quest’anno sia pure in un solo caso su oltre 400 coltivazioni e cioè che senza nessuna ragione valida e senza nessuna prova un agricoltore possa essere denunciato dalla stessa stazione delle forze dell’ordine che ha appena ricevuto da lui la comunicazione di semina. E questo con grave danno per lo stesso agricoltore e ancora più grande per lo Stato, per le inutili quanto onerose attività investigative e giudiziarie che ha comportato. I problemi che rimangono aperti sono diversi ma confidiamo che presto il Parlamento ci darà quella legge specifica sulla coltivazione della canapa industriale che chiediamo e proponiamo da anni”.

 

www.assocanapa.org :: assocanapa@gmail.com :: via Morello 2/A - 10022 CARMAGNOLA (TO)