Il contributo della canapa all’edilizia sostenibile e alla salubrità dell’abitare
aggiornamento luglio 2016


Il canapulo e la fibra ottenuti dagli steli della canapa con un processo adeguato di prima trasformazione uniti ad acqua, calce o terra cruda danno all’edilizia sostenibile il contributo oggi ritenuto più elevato in termini di qualità e di rapporto qualità/prezzo, la salubrità delle abitazioni e l’effettiva tutela dell’ambiente, a cominciare da un drastico contenimento delle emissioni di CO2 riconosciute di recente dagli stati di tutto il mondo come la principale causa del riscaldamento del clima globale e dei cambiamenti climatici.
Fin dai primordi degli insediamenti umani gli steli delle piante da fibra che si trovavano sul posto sono stati impastati insieme a terra o calce per costruire ripari, abitazioni ed anche infrastrutture importanti che ancora oggi, dopo più di un millennio, continuano a svolgere la funzione per cui furono realizzate. Importante caratteristica delle opere nelle quali vengono correttamente impiegati i materiali di canapa è infatti la solidità, dovuta al fatto che detti materiali, essendo molto ricchi di silice, mineralizzano diventando pietra.

La nostra Associazione ormai da molti anni evidenzia alle istituzioni pubbliche di tutti i livelli che è prioritario, prima ancora dell’aumento della produzione di energia da fonti rinnovabili, far conoscere alla popolazione e stimolare molto concretamente il risparmio energetico ottenuto in edilizia con materiali che non danneggiano l’ambiente e la salute, tenendo conto dell’intero ciclo di vita di tali materiali e quindi dell’energia consumata per produrli, spostarli, lavorarli e smaltirli a fine vita. Assocanapa sottolinea inoltre che è indispensabile evitare fin dall’inizio di favorire le speculazioni che si sono accompagnate all’estrazione, lavorazione e impiego dei combustibili fossili, come pure alla produzione di energia da fonti rinnovabili, con grande spreco di risorse pubbliche, gravi danni per l’ambiente, pesanti costi aggiuntivi per i cittadini di oggi e di domani. Contributi importanti all’argomento potranno venire dal Gruppo di Lavoro di recente costituito all’interno del nostro nuovo Direttivo Nazionale.

Aspetti più tecnici
La ragione della particolare salubrità dei materiali per l’edilizia prodotti con la canapa è dovuta alla struttura delle fibre liberiane e legnose che li costituiscono le quali sono tanti micropori che svolgono continuamente processi alternativi di condensazione dell’umidità all’interno e di evaporazione di essa verso l’esterno, assorbendo quella in eccesso quando il clima è troppo umido e rilasciandola quando il clima è troppo secco. Il fenomeno descritto si riassume in termini comuni ma molto efficaci parlando di “casa che respira”.



Caratteristiche tecniche rilevanti per l’edilizia dei materiali fabbricati con impiego di canapa
Con l’impiego nei materiali per l’edilizia di canapulo o di fibra di canapa si ottengono, in misura diversa a seconda degli spessori e della densità, caratteristiche importanti per quanto concerne:
  • conducibilità o trasmittanza termica – detta in breve lambda
  • inerzia termica
  • traspirabilità delle murature ed eliminazione delle condense interstiziali tra i muri e il cappotto
  • isolamento acustico
  • resistenza al fuoco
  • riciclaggio del materiale di risulta
  • smaltimento
  • sequestro della CO2


  • Nuove costruzioni
    Esistono essenzialmente due tecniche di costruzione che utilizzano entrambe una struttura portante in legno. I tamponamenti invece possono essere realizzati o mediante mattoni/blocchi in calce e canapa o in terra cruda e canapa oppure “gettando” il materiale in calce e canapa o terra cruda e canapa direttamente dalla betoniera nei casseri. Si provvede poi ad intonacare mediante preparazioni a base di calce e canapa o terra cruda e canapa.

    Ristrutturazioni, recuperi edilizi, interventi di isolamento termoacustico
    A fronte di esigenze complesse e articolate sono possibili diverse tecniche anche tra loro combinate. I progetti di intervento devono essere di volta in volta pensati e calibrati sull’esistente e sulle scelte del committente (cappotti interni od esterni, impiego di pannelli in fibra, applicazione di termo intonaci, insufflaggio di canapulo e calce nei muri a cassavuota e altre possibilità ancora).

    Cosa si fa oggi in Italia per l’edilizia con gli steli della canapa coltivata in Italia
    Per lavorare gli steli di canapa oggi in Italia funziona soltanto l’impianto prototipale realizzato da Assocanapa srl a Carmagnola (TO) – modello GD1.
    Un secondo impianto con caratteristiche tecniche diverse – modello LC1200 , installato a Crispiano (TA) da associata Assocanapa, ha lavorato il raccolto 2014 ed è stato fermato in attesa di migliorie.
    Grazie a tali impianti l’impiego in edilizia di materiali ottenuti dagli steli di canapa e soprattutto dal canapulo si sta gradualmente diffondendo nel nostro paese.
    Gli impianti sono in grado di fornire canapulo italiano depolverato in diverse pezzature, utilizzato sia direttamente per getti in cantiere che per la fabbricazione di mattoni (biomattoni) in calce e canapa o terra cruda e canapa, preparati per cappotti, intonaci, insufflaggio nei muri a cassavuota.
    La differenza tra il canapulo proveniente dall’estero (Nord Europa) e il canapulo italiano è dovuta al fatto che le canape italiane o comunque coltivate in Italia hanno in genere dimensioni dello stelo maggiori anche più di dieci volte rispetto a quelle nordiche; questa caratteristica, oltre ad aumentare la resa agricola, gioca decisamente a favore del canapulo italiano, per riconoscimento concorde di tutti gli esperti che hanno pratica concreta di cantiere.
    Per quanto riguarda la fibra, che in Italia in genere costituisce il 20-25% degli steli, oggi non esistono nel nostro paese impieghi della fibra che ricaviamo con la prima trasformazione degli steli e non esistono pannelli fabbricati in Italia con fibra italiana.
    Assocanapa srl ha da alcuni mesi iniziato a vendere la fibra ottenuta dall’attività del suo impianto ad aziende estere che la impiegano nella fabbricazione di pannelli per l’isolamento in edilizia e per l’automotive e vende pannelli isolanti contenenti la fibra italiana.

    Da oltre 3 anni inoltre sta lavorando per stimolare la produzione in Italia di pasta di cellulosa di canapa per la produzione di carte di pregio e per altri impieghi produttivi per i quali la sua fibra è già oggi idonea mentre insieme a CNR, Politecnico di Torino e un’azienda del settore tessile ha fatto ricerca e poi lavorato alla produzione di pannelli isolanti in fibra di canapa innovativi rispetto a quanto oggi propone il mercato europeo. Il primo risultato “industriale” sarà l’uscita nel giro di pochi mesi di un pannello isolante autoportante del tutto ecologico.
    Altre novità arriveranno certamente dalle attività di ricerca condotte, oltre che da Assocanapa srl, anche da nostre sedi operative locali ed imprenditori ad esse collegati, spesso in collaborazione con l’ANAB nazionale o sue sedi locali o ancora con altre associazioni locali impegnate nella formazione delle professionalità dell’edilizia.

    Altri impianti potranno entrare in funzione nel 2017.

    Per maggiori informazioni sull'impianto di prima trasformazione:
    consultare in questo stesso sito la voce specifica.

    Maggiori informazioni sui prodotti per l’edilizia ottenuti con canapa coltivata in Italia e sulle loro prestazioni, su aziende e professionisti che operano nel settore ai quali Assocanapa e suoi associati forniscono materiale italiano e ancora sui prodotti innovativi si trovano sui siti www.assocanapasrl.it e www.assocanapashop.it

    Incontri informativi sui vantaggi dell’impiego della canapa in edilizia si svolgono mensilmente presso la nostra sede. La partecipazione è gratuita e su prenotazione.
    I temi degli incontri vengono annunciati nelle News in questo sito e ripresi sulla pagina Facebook.

    Attenzione: il cippato di steli di canapa, ovvero una mescolanza di canapulo, fibra e polvere che si trova talvolta in vendita tal quale come materiale per l’edilizia non è utilizzabile con le tecniche di costruzione/isolamento moderne descritte dai nostri siti.  
 

www.assocanapa.org :: assocanapa@gmail.com :: via Morello 2/A - 10022 CARMAGNOLA (TO)